+39 0721/855039

20 Apr 2017

PON Scuola: cittadinanza europea

stampa
AVVISO PUBBLICO PER IL POTENZIAMENTO DELLA CITTADINANZA EUROPEA – scadenza 26 maggio 2017

Destinatari:

  1. a) le istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (ultimi due anni delle scuole secondarie di primo grado);
  2. b) le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione (ultimi tre anni delle scuole secondarie di secondo grado).

Tipi di interventi:

  1. Sotto azione 10.2.3B – “Potenziamento linguistico e CLIL” (studenti delle istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e di secondo grado frequentanti gli ultimi 2 anni della scuola secondaria di primo grado ovvero gli ultimi 3 anni della scuola secondaria di secondo grado). Sono percorsi didattici e formativi presso le istituzioni scolastiche finalizzati a contribuire alla costruzione dell’identità europea attraverso il potenziamento dell’apprendimento linguistico con esperti madrelingua. Prevede la possibilità di proporre fino ad un massimo di due moduli di potenziamento di “lingue e civiltà” dei paesi europei (Language and Civilization), anche in modalità CLIL, ognuno di 60 ore finalizzati a comprendere e approfondire il contenuto e i diritti connessi alla cittadinanza europea e anche a conseguire un livello di apprendimento ulteriore rispetto a quello posseduto dalle studentesse e dagli studenti al momento dell’avvio dei corsi. In particolare, può essere utile al conseguimento del livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue: apprendimento, insegnamento, valutazione.
  1. Sotto azione 10.2.3C – “Mobilità transnazionale” (studenti delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado frequentanti gli ultimi 3 anni della scuola). Formazione linguistica che abbia già raggiunto il livello B1. In attuazione dei principi di internazionalizzazione dei sistemi educativi, i percorsi formativi intendono contestualizzare il contenuto e i diritti connessi alla cittadinanza europea, attraverso esperienze progettuali che prevedano un periodo di permanenza direttamente in uno dei Paesi europei, Stati membri e paesi terzi che abbiano istituito un’agenzia nazionale che partecipa in maniera completa al programma Erasmus+ (http://www.erasmusplus.it/erasmusplus/paesi-partecipanti/). Il percorso formativo all’estero della durata di 60 ore va articolato su tre settimane e va realizzato nel Paese estero indicato nel progetto. Nel caso della sotto azione 10.2.3C l’esperto potrà essere fornito direttamente dalla struttura formativa, selezionata secondo procedura ad evidenza pubblica, presso cui si svolgeranno i percorsi formativi.

Ogni istituzione scolastica può presentare un progetto, con massimo due moduli, per la sotto azione 10.2.3B e un progetto con un unico modulo per la sotto azione 10.2.3C. Entrambi le sotto azioni e i tipi di intervento prevedono un previo approfondimento delle tematiche legate alla cittadinanza europea (da attuarsi mediante specifico modulo da svolgersi presso la propria sede), ovvero un modulo obbligatorio e propedeutico sulla Cittadinanza europea della durata di 30 ore.

I progetti proposti possono prevedere:

  • momenti formativi, aperti al maggior numero di studenti, per la creazione e lo sviluppo di contenuti, la riflessione e il dibattito sulla rilevanza e le implicazioni dell’Unione europea sulla vita quotidiana e su cosa significhi essere cittadino europeo, anche tenendo conto del carattere multilingue dell’Unione. I momenti formativi potranno auspicabilmente portare alla definizione di

un prodotto, quale a titolo esemplificativo, blog, video, podcast o altre forme di racconto collettivo, una produzione creativa divulgabile alla comunità territoriale e in Rete;

  • esperienze di scambio e mobilità all’estero, rivolte a studentesse e studenti, o gruppi di studenti, a seguito di momenti progettuali e formativi attivati presso l’istituzione scolastica di appartenenza;
  • momenti di restituzione, a scuola e sul territorio, dei risultati dell’intero percorso, sia del percorso formativo sia del percorso di scambio. In questa fase è fondamentale non solo rappresentare il lavoro e le competenze acquisite dalle studentesse e dagli studenti, quanto piuttosto enfatizzare la dimensione di coinvolgimento territoriale, dando alle studentesse e agli studenti il ruolo di “promotori” di dibattito pubblico a partire dalle stesse domande discusse in classe.

Periodo:

Entrambi i percorsi potranno concludersi entro l’anno scolastico 2017-2018.

EUROPE

Per maggiori informazioni:

mail: progettazione@consultingmeta.it

tel: 0721 855039

Referente: Dott.ssa Marica Sabbatini

WordPress Lightbox Plugin